La coltivazione del carbonio è una nuova speranza per i giardinieri

Il carbonio è abbastanza comune, ma poco utilizzato dagli agricoltori. Permette alle piante di crescere meglio e influisce sulla resa. Gli agricoltori negli Stati Uniti e in Australia hanno creato la propria tecnologia per applicare questo elemento chimico.

L'agricoltura del carbonio è stata recentemente definita "l'arma segreta" della nuova generazione nelle mani degli agricoltori. Secondo alcuni ricercatori, dovrebbe essere la base della futura civiltà, cambiando i soliti metodi di lavorazione del terreno e agricoltura. In futuro, utilizzando attivamente il carbonio in agricoltura, gli agricoltori saranno in grado di aumentare il volume della produzione agricola più volte. Qual è questo nuovo tipo di uso del territorio attorno al quale ci sono così tante discussioni?

L'emergere dell'agricoltura del carbonio è una reazione al riscaldamento globale. Il suo concetto è di ottenere un eccesso di carbonio dall'atmosfera, dove questo elemento causa cambiamenti negativi e influenza il clima, e lo preserva nel terreno per aiutare la crescita delle piante. Il principio è molto semplice, ma si è rivelato un po 'più difficile metterlo in pratica.

Il sistema del carbonio è costruito su una semplice connessione: aria - suolo - pianta

Non è un segreto per nessuno che quando si bruciano combustibili fossili una grande quantità di carbonio entra nell'atmosfera, il che trasforma il pianeta in una gigantesca serra. Tuttavia, il carbonio è ricco non solo nei giacimenti petroliferi, ma anche negli strati superficiali del suolo. Agricoltori e giardinieri, che cercano di massimizzare il contenuto di nutrienti nel suolo, ne sono consapevoli. Le piante in decomposizione rendono necessari gli oligoelementi nel terreno e assorbono attivamente l'anidride carbonica dall'aria.

I primi esperimenti per creare fattorie sperimentali in carbonio sono già iniziati. Una di queste discariche era la fattoria di Gabe Brown, nel Nord Dakota (USA). Il proprietario ha circa 5 mila ettari di terra, bestiame di grandi dimensioni e animali domestici. Per Brown, non è stato a lungo segreto che il carbonio è una componente essenziale dello sviluppo del suolo e dei suoi abitanti (microbi, funghi e lombrichi).

Le fattorie di carbonio usano solo ingredienti naturali.

I capisaldi dell'agricoltura sono le "stampelle chimiche" - vari additivi, fertilizzanti e top dressing. E a prima vista, la coltivazione del carbonio non è molto diversa dai metodi tradizionali. Tuttavia, anche l'uso del ben noto compost seguito dall'aratura del terreno Brown non considera un metodo efficace. Usa la soluzione originale e insolita. Alla fine della stagione, l'agricoltore produce pecore, polli e polli nei campi in cui rimane il raccolto, in modo da calpestare e mangiare il resto del raccolto. Dopo di che, prende una seminatrice e pianta i semi di un nuovo raccolto tra i resti in decomposizione del precedente.

Insieme alle colture tradizionali come mais, trifoglio, piselli, miglio, erba sudanese, girasole, ecc. Crescono nei campi marroni. In totale, gli esperimenti hanno coinvolto fino a 70 specie di culture diverse. Ogni pianta occupa la propria nicchia in altezza, profondità della radice, forma delle foglie e tasso di crescita. Tale "mix verde" crea un tappeto solido, "pompando" carbonio dall'aria nel terreno e arricchendo le colture principali.

Alcuni altri stati negli Stati Uniti e in Australia usano l'accreditamento del carbonio. In particolare, gli agricoltori che "sequestrano" attivamente il carbonio possono vendere quote alle aziende che inquinano l'ambiente. Ad esempio, negli Stati Uniti oltre 168 centrali elettriche hanno aderito al programma di prestito e il numero totale di aziende nella sola California si avvicina a 600. La Chevrolet (Chevrolet) ha recentemente acquisito 40mila crediti di carbonio da 23 aziende nel Nord Dakota, che si sono impegnati 11 mila ettari di pascolo.

La vendita di crediti di carbonio è una realtà per gli agricoltori americani

Anche se a volte le stesse fattorie sono le principali fonti di emissioni nocive. Ciò è particolarmente vero per i proprietari di aziende agricole che contengono grandi quantità di bestiame e non sempre dirigono gli sforzi per mantenere il carbonio al livello richiesto.

Il bestiame nei pascoli è un "sistema di cattura del carbonio" universale ed ecologico. Ogni volta che una mucca condizionale mastica un filo d'erba, un po 'di carbonio viene rilasciato dalle radici. C'è un'altra opinione: un eccesso di bestiame produce molto più gas serra rispetto al carbonio, che alla fine porta al loro eccesso nell'atmosfera.

Il dibattito su quanta produzione di carbonio e quanto butta via continua

Altri sostenitori della tecnologia di coltivazione del carbonio credono maggiormente nelle piante perenni. Considerano gli alberi come conduttori di carbonio ideali senza carenze di animali. Gli stessi esperti propongono di organizzare il pascolo nello spazio tra alberi piantati a distanza, dove cade abbastanza luce solare. Questo approccio compenserà il deficit di carbonio.

Se sei interessato a una nuova forma di giardinaggio domestico, presta attenzione a 5 principi di base, grazie ai quali diventerà realtà.

1. Non allentare il terreno

L'allentamento mescola il terreno con l'aria, che consente al carbonio di ossidarsi, restituendo all'atmosfera. Invece, concentrati sulle colture perenni in crescita e non coltivare il terreno o usa una macchina semina semplificata per la semina annuale.

2. Pacciare il terreno

Pacciamare regolarmente il terreno vicino a piccole piantagioni, usando legno o segatura di paglia. Aiuteranno a prevenire la perdita di carbonio. Su grandi superfici, lasciare residui vegetali come pacciame. Scomponendosi, agiranno come "combustibile di carbonio" per il suolo.

3. Usa il compost

Il compost è ricco di una forma di carbone stabile (difficilmente ossidabile), quindi i "coltivatori di carbonio" lo spargono sulla superficie della terra. E tu sei raccomandato

4. Nutri il bestiame correttamente

Non è consigliabile piuttosto pascolare il bestiame su un grande campo. È meglio suddividere il sito di pascolo in diversi piccoli appezzamenti e percorrere le creature viventi su uno di essi, in modo che gli altri possano riprendersi.

 5. Colture di copertura vegetale

Coperture di terra a crescita rapida come trifoglio e piselli mantengono il carbonio nel terreno durante un lungo inverno. Sono anche liberi di crescere vicino ad altre colture e compensare le perdite di carbonio causate dalla raccolta di queste colture.

La coltivazione del carbonio è il futuro dell'agricoltura, confermando ancora una volta la tesi secondo cui tutte le sostanze necessarie alla crescita delle piante sono contenute in natura. Cerca di diventare un produttore di carbonio per la stagione e assicurati di condividere la tua esperienza con noi.

Loading...